Il Laboratorio Nazionale di Comunicazioni Multimediali (LNCM), fondato a Napoli nel maggio 2000 in occasione dell’avvio del progetto LABNET finanziato dal MIUR, è uno dei 6 Laboratori Nazionali del CNIT.

Le apparecchiature attualmente presenti nel Laboratorio comprendono strumenti specifici per misure su canali trasmissivi e reti di telecomunicazioni, alcuni dei quali particolarmente sofisticati e di non grande diffusione e reperibilità. Esso comprende anche il Laboratorio di Sistemi Wireless per Servizi a Banda Larga, costituito nel gennaio 2004 grazie al progetto “Centro Regionale di Competenza per l’ICT”, finanziato dalla Regione Campania. Inoltre, è anche Centro Operativo Primario dell’infrastruttura telematica per l’erogazione dei servizi informatici al Consorzio, ridondata nelle sedi dei due Laboratori Nazionali CNIT di Napoli e Pisa, ed operante in mirroring asincrono al fine di garantire continuità di servizio in modalità trasparente in presenza di guasti, blackout elettrici, o interruzioni temporanee del collegamento Internet in una delle due sedi. Per l’erogazione dei servizi informatici al Consorzio e per lo svolgimento delle attività di ricerca e sviluppo e la sperimentazione di nuovi servizi di rete, CNIT ha registrato al RIPE un proprio Autonomous System (AS20475).

Il Laboratorio ha partecipato/partecipa a progetti di ricerca finanziati da enti nazionali quali Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero dello Sviluppo Economico, e Regione Campania, parte dei quali inerenti al trasferimento tecnologico verso le imprese, e ha provate competenze nell’allestimento di articolati testbed che offrono a Centri di Ricerca e Imprese, operanti in questo settore, la possibilità di sperimentare nuove tecnologie e protocolli, e validare eventuali prototipi senza doversi dotare di costosa strumentazione. Lo stesso laboratorio ha inoltre gestito diversi corsi di formazione avanzata nell’ambito dell’appena terminata programmazione nazionale.

Il Laboratorio ha competenze su varie tematiche ICT, in particolare nei seguenti settori:

  • caratterizzazione del canale di propagazione wireless in ambito indoor e outdoor;
  • analisi delle prestazioni del livello fisico tramite simulazioni al calcolatore (MATLAB) e misure sul banco strumenti (tramite generatori vettoriali di segnale, generatori RF, analizzatori di spettro, oscilloscopi e tramite Emulatore di canale radio, attenuatori variabili, etc);
  • gestione delle risorse radio e analisi delle prestazioni di una rete di telecomunicazione tramite misure sul banco strumenti e simulazioni al calcolatore con il framework Riverbed (prima Opnet Modeler Wireless Suite);
  • paradigmi innovativi di qualità del servizio nelle reti di comunicazione eterogenee (wireless-wired);
  • reti MESH e ad-hoc (VANET, MANET, etc);
  • Next Generation Networks (ITU-T, ETSI/TISPAN, 3GPP);
  • Software Defined Networks (Simulatore Mininet, e controller OpenFlow quali POX, Beacon, Floodlight e OpenDayLight);
  • Wireless Sensor Networks e Body Sensor Networks: dal livello fisico al routing;
  • prototipazione di sistemi di telecomunicazioni Software Defined Radio mediante programmazione di piattaforme FPGA della Ettus Research;
  • reti e sistemi di telecomunicazione (wireless/wired) per applicazioni Smart GRID, disaster-recovery, telemedicina, monitoraggio di infrastrutture critiche;
  • Broadband Power-line Communication per Smart GRID ed il monitoraggio e controllo di infrastrutture ferroviarie;
  • sistemi di localizzazione in ambito indoor basati su mappe di potenza ed eventualmente integrabili con sensori di prossimità;
  • piattaforme LAMP e sistemi di gestione di contenuti (JOOMLA, DRUPAL), documenti (Alfresco), progetti (dotProject, PHProjekt), corsi (Moodle);
  • analisi e sviluppo di algoritmi di automazione/telecomunicazioni Arduino-based;
  • progettazione e realizzazione di sistemi di identificazione, tracking e monitoraggio basati su tecnologia RFID (EPC C1G2/ISO18000-6C).

La Tabella seguente relaziona competenze, applicazioni, progetti e collaborazioni.

Il Laboratorio, inoltre, svolge/ha svolto attività di progetto con varie aziende (Telecom Italia, NEXT, Engineering, Vitrociset, Selex-Communications, Gematica, Grimaldi Navigazione, Laboratorio Tevere, Reply, Rotospeed, Nuova Avioriprese, Italdata, KES, TSEM, etc.) e collabora/ha collaborato con diversi istituti del CNR (ICAR, ITD).

Tra gli obiettivi per il futuro è possibile considerare:

  • Attività di Ricerca e sviluppo su tematiche concernenti le Quantum Communications
  • Attività di trasferimento tecnologico per applicazioni che impiegano tecnologie di comunicazione wireless, incluso il 5G, in ambiti di pubblica utilità come salute, trasporti e mobilità, energia;
  • Attività di ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico per sistemi di identificazione, tracking e monitoraggio basati su tecnologia RFID (EPC C1G2/ISO18000-6C);
  • Attività di ricerca e sviluppo su tecniche orientate al Machine Learning per il riconoscimento e la classificazione di oggetti e documenti da immagini e sequenze video;
  • Attività di progettazione di moduli informatici per la gestione ottimale dei trasporti nella logistica portuale e interportuale.